Questa mattina...

Posted on 2007-09-23 17:58:33

... ho pianto.

Ma ne valeva la pena.

  • Posta commenti Stampa la notizia: Questa mattina...

A imperitura memoria

Posted on 2007-08-26 22:08:35

chat_log

  • Posta commenti Stampa la notizia: A imperitura memoria

Dieci regole per uscire con mia figlia

Posted on 2007-08-12 23:54:14

Regola numero Uno: Se entri nel mio vialetto e suoni il clacson è meglio che tu abbia qualche pacco da consegnare, perché di sicuro non carichi nulla.

Regola numero Due: Non toccare mia figlia davanti a me. Puoi guardarla, finché non sbirci nulla al di sotto del suo collo. Se proprio non riesci a tenere occhi o mani lontani dal corpo di mia figlia, vorrà dire che te li dovrò togliere.

Regola numero Tre: Sono al corrente che è considerato di moda, per i ragazzi della tua età, l'indossare dei jeans così larghi che paiono caderti dai fianchi da un momento all'altro. Ti prego, non prenderlo come un insulto, ma tu e i tutti i tuoi amici siete una manica di idioti. Comunque, voglio essere gentile e di mente aperta in proposito, per questo ti propongo un onesto compromesso: Tu puoi arrivare sulla mia porta con la tua biancheria in vista ed i tuoi jeans più larghi di dieci taglie e io non avrò nulla da obiettare.
Comunque, per essere sicuri che i tuoi vestiti restino al loro posto, almeno durante l'appuntamento con mia figlia, prenderò la mia chiodatrice elettrica e te li fisserò solidamente ai fianchi.

Regola numero Quattro: Sono certo che ti è stato detto che, al giorno d'oggi, fare sesso senza utilizzare un "metodo barriera" di un qualche genere ti può uccidere. Lascia che ti chiarisca il concetto, quando arriverai a pensare al sesso con mia figlia, io sarò la barriera, e io ti ucciderò.

Regola numero Cinque: Si considera normale che, per conoscerci meglio, noi si debba parlare di sport, politica, e altri argomenti quotidiani. Ti prego di non farlo. L'unica informazione che desidero da te è quando pensi di riportare indietro mia figlia sana e salva a casa, e l'unica parola che mi occorre di sentire in proposito è "presto."

Regola numero Sei: Non dubito che tu sia un ragazzo popolare, con molte opportunità di appuntamenti con altre ragazze. Questo mi va benissimo fintanto che va bene a mia figlia. Quindi, una volta che sei uscito con la mia bambina, continuerai a uscire con lei e nessun'altra finché lei non ti lascerà. Se tu fai piangere lei, io farò piangere te.

Regola numero Sette: Mentre te ne stai sul vialetto di casa mia, aspettando che mia figlia appaia, e che quell'oretta e più trascorra, non startene li a sospirare e lamentarti. Se volevi arrivare in tempo per il film non dovevi prendere appuntamenti. Mia figlia si sta truccando, un procedimento che può richiedere più tempo della
tinteggiatura del Golden Gate di S.Francisco. Invece di startene lì a far nulla, perché non fai qualcosa di utile tipo cambiarmi l'olio alla macchina?

Regola numero Otto: I seguenti posti non sono adeguati per un appuntamento con mia figlia: Luoghi dove ci siano letti, sofà, o qualsiasi cosa più morbida di una seggiola in legno. Luoghi senza genitori, poliziotti o suore a portata di vista. Luoghi dove c'è poca luce. Luoghi dove si balla, ci si tiene per mano o dove c'è allegria. Luoghi dove la temperatura ambiente è abbastanza calda da indurre mia figlia ad indossare shorts, canottiere, mezze magliette o qualsiasi altra cosa che non sia una tuta da lavoro, un maglione e un eskimo - allacciato fino alla gola. I film fortemente romantici o a tema sessuale devono essere evitati; i film con motoseghe vanno bene. Le partite di rugby sono okay. Case di persone anziane vanno meglio.

Regola numero Nove: Non mentirmi. Posso sembrarti un ridicolo ometto di mezza età con pancetta e calvizie incipiente, poco furbo e sorpassato. Ma per mia figlia, io sono l'onniscente e spietato dio del tuo universo. Se io ti chiedo dove stai andando e con chi, tu hai solo una possibilità per dirmi la verità, tutta la verità e nient'altro che la verità. Ho un fucile, una vanga e due ettari dietro casa. Non cercare di imbrogliarmi.

Regola numero Dieci: Abbi paura. Abbi molta paura. Ci vuole veramente poco per confondere il rumore della tua auto sul vialetto con quello degli elicotteri sulle risaie vicino ad Hanoi. Quando la mia intossicazione da diserbanti torna a farsi sentire, le voci nella mia testa continuano a ripetermi "pulisci il fucile mentre aspetti che riporta a casa tua figlia". E' per questo che quando arrivi sul vialetto di casa mia devi: uscire dalla macchina con entrambe le mani bene in vista. Dire la parola d'ordine, annunciando con voce forte e chiara che hai riportato mia figlia a casa sana, salva e presto, per poi tornare in macchina. No, non c'è bisogno che entri. Il volto camuffato che vedi alla finestra è il mio.

  • Posta commenti Stampa la notizia: Dieci regole per uscire con mia figlia

La risposta di Valentino Rossi sui soldi delle tasse

Posted on 2007-08-08 23:18:09

"Me li ha rubati Stoner, gli corro dietro da mesi ma non riesco a prenderlo, provateci un po' voi adesso!"

 

Luca P.© 

  • Posta commenti Stampa la notizia: La risposta di Valentino Rossi sui soldi delle tasse

ROSICATE, CASTORI!

Posted on 2007-05-06 21:38:33

stoner_china_400

"Al termine della gara Il Direttore Tecnico della FIM, Mike Webb, ha effettuato la verifica della cilindrata del motore della GP7 di Casey Stoner, che è risultata regolare. Questa verifica è stata effettuata nell'ambito di normali controlli a campione della FIM e non è dipesa da reclami di altri Team. Nel corso di questa stagione, sono già state effettuate sulle Desmosedici del Ducati MotoGP Team altre verifiche, relative alla capacità del serbatoio e alla temperatura della benzina prima della partenza della gara."

Ducati è l'orgoglio Italiano.

Ducati ha una sola fabbrica alla periferia di Bologna, a Borgo Panigale, ed ha 1000 dipendenti. Riesce a sfornare e vendere solo 35.000 moto l'anno.

Lo sanno tutti, direte voi, ed avete ragione. Quello che non sapete però è che vedere Ducati lì davanti a tutti in MotoGP dà fastidio ai japponesi. I jappi rosicano abbestia: parliamo di colossi da DODICI MILIONI di moto l'anno e non gli va giù che una piccola casa semiartigianale gli conti i peli del culo nella competizione che è per loro la maggior vetrina mondiale. Allora che fanno? Fanno allusioni e "senza nessun reclamo" arriva l'omino a controllare la cilindrata della moto di Crazy Stoner. Oggi le ho sentite tutte: Stoner ha una moto oltre 800cc di cilindrata, ha un litro di benzina in più nascosta nei tubi del traliccio del telaio, tutto merito dei rettilinei (dove andava più forte, è vero, ma anche in curva non andava più piano degli altri, quindi?) la supercazzola prematurata con lo scappellamento a destra e sbligudi blinda come se fosse antani. Insomma tutto, pur di non ammettere che i jap sono indietro. La Honda è accreditata di un motore talmente potente che bisogna stare attenti ad aprire troppo presto (ma ha un chattering mostruoso); la Yamaha ha grossa crisi e deve ringraziare solo Rossi che è il pilota che è, perché la moto in mano ad altri navigherebbe in acque basse (basti vedere come si è piazzato Edwards); Kawasaki è come se non ci fosse (tranne quando en passant tira giù tra tanti piloti in giro un Ducatista a caso); la Suzuki che finora è stata cenerentola invece è in crescita ed in controtendenza nell'inviluppo generale.

Forse non lo avete notato ma i telegiornali per dare la notizia dei risultati del GP non dicevano: "Ducati (o Stoner) vincono il GP della Cina" ma "Valentino Rossi solo secondo in Cina" come se fosse l'unico pilota degno di vincere una gara di MotoGP; la notizia della vittoria di Stoner veniva data solo perché purtroppo bisogna pur dire chi ha vinto, no? Valentino Rossi "fa notizia", Ducati no, Stoner nemmeno.

Auspico un mondiale Ducati che possa cambiare questa deriva dell'informazione e far rendere conto i jap che forse dopo qualche anno passato a ricliclare le solite idee (e le solite vecchie moto) è ora che ritornino a copiare le case Italiane.

 

Luca P.©

 

  • Posta commenti Stampa la notizia: ROSICATE, CASTORI!

Login utente

Utente
Password
Ricordami
Non sei ancora registrato? Puoi farlo adesso!. Come utente registrato avrai diversi vantaggi come la gestione dei temi grafici, la possibilità di inviare notizie e commenti.

Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti - Powered by MAXdev